Come essere un marchio slow fashion?

Blucactus - Come essere un marchio slow fashion?

Come essere un marchio slow fashion? Creare un marchio di slow fashion o di moda sostenibile è un’opzione che molti stilisti e sarti hanno preso in considerazione. Non è un segreto per nessuno che il settore stia cambiando in meglio. Oggi, in Italia e nel mondo, questo tipo di stile di vita è una saggia scommessa da non perdere.

 

In realtà, questa recente tendenza è destinata a rimanere e la sua premessa è quella di trovare equilibrio e sostenibilità nei capi di abbigliamento. Vale la pena ricordare che l’industria della moda è la seconda più inquinante al mondo. Ecco perché deve affrontare questo cambiamento.

 

Quindi, indipendentemente dalla vostra generazione, dovreste sempre pensare alla Slow Fashion quando fate shopping. Ora, sapete cos’è veramente la slow fashion? Continuate a leggere per conoscerne le origini!

 

Cosa significa slow fashion?

 

Blucactus - donna con crop top, pantaloni larghi e sciarpa - slow fashionLa moda lenta è un sistema di produzione che nasce all’opposto della moda veloce. Deriva dalla tendenza slow food, che cerca di mettere in risalto il valore della qualità, dei materiali e delle forniture con cui vengono realizzati i capi di abbigliamento. In questo modo, è sostenibile nel tempo ed eco-compatibile.

 

La migliore qualità è d’obbligo in questi capi che sono per lo più senza tempo e non seguono le regole del fast fashion. Si ottengono così collezioni esclusive con pochi capi (a volte unici), realizzati nell’ambito del commercio equo e solidale e senza produzione di massa.

 

Il bello della slow fashion è che può aprire la coscienza. Inoltre, offre un approccio in cui si pensa ai processi, nonché alle risorse, per realizzare gli abiti. Il suo obiettivo è produrre capi di alta qualità, che a loro volta li fanno durare più a lungo. Dà valore al trattamento equo dei lavoratori e delle persone, nonché degli animali e del pianeta, e si concentra sulla riduzione del consumo di massa.

 

Che cos’è un marchio di abbigliamento sostenibile?

 

Blucactus - donna con abito nero a balze - slow fashionUn marchio di abbigliamento sostenibile è un marchio che genera un impatto positivo sull’ambiente. Tiene conto delle condizioni di lavoro, si prende cura dei capi e dell’uso dei materiali. In questo senso, se volete avventurarvi in questo mondo, dovete capire che non sarà un negozio come Zara con filiali in tutto il mondo.

 

La moda non significa più solo avere un bell’aspetto o uno stile di tendenza. Ora va ben oltre. Si basa su principi, sulla comprensione di ciò che c’è dietro ogni capo di abbigliamento, della sua provenienza, di ciò che c’è dietro le linee che di solito riguardano la cultura e la storia.

 

Nel mondo esiste un’ampia varietà di marchi specializzati in questo tema, il che è un’ottima notizia per il pianeta.

 

Cosa costituisce un marchio slow fashion?

 

In questo senso, se volete il vostro marchio slow fashion, dovete tenere presente che il modo in cui verrete identificati sarà attraverso una serie di caratteristiche che vanno dall’origine dei materiali utilizzati, al numero di capi che sono stati prodotti fino ad arrivare al costo degli stessi.

 

Blucactus - donna con pantaloni e gilet Dovete sapere che trovare un marchio 100% slow fashion può essere difficile, tuttavia, dobbiamo guardare ad alcuni aspetti essenziali:

 

  • Produzione. Deve offrire pochi capi per collezione o un solo pezzo per taglia. E deve aderire all’etica del lavoro.
  • Tessile Si lavora solo con materiali sostenibili. Commercio equo e solidale, zero tinture inquinanti e la produzione deve essere sostenibile.
  • Commercio locale Questo significa che non dovreste avere troppe filiali nel resto del mondo. Concentratevi su un’unica boutique o vendete nei bazar, sempre concentrandovi sul luogo in cui vi trovate.

 

Cosa rende un marchio sostenibile?

 

Blucactus - donna emotiva - slow fashionUn marchio sostenibile riesce a posizionarsi nella mente del consumatore come un contributo al mondo e alla società.

 

È considerato uno stile di vita incentrato sulla sostenibilità e cerca di utilizzare le risorse del pianeta in modo equo.

 

Ha vantaggi e svantaggi, quindi è importante che se volete avviare il vostro marchio slow fashion ne teniate conto.

 

Blucactus - donna in abito lungo grigioTra le cose che possiamo sapere sul marchio sostenibile c’è la riduzione dei consumi e la garanzia che i suoi prodotti siano durevoli nel tempo.

 

In realtà, la slow fashion può favorire l’attaccamento al capo d’abbigliamento, per la sua qualità, i suoi dettagli e la sua storia.

 

In generale, facendo parte di un nuovo sistema, il suo svantaggio è che i prezzi sono alti, nonostante si tratti di capi basici senza tempo.

 

Tuttavia, è una decisione che spetta a tutti, se scegliere la qualità, l’esclusività e la sostenibilità offerta all’ambiente in cambio del fast fashion.

 

Come creare il vostro marchio di slow fashion?

 

Blucactus - donna in abito blu - slow fashionOra che ne conoscete il background, volete diventare un marchio di slow fashion? Non sapete come iniziare? Se è così, BluCactus è qui per darvi alcune idee per creare il vostro marchio di moda sostenibile, concentrandosi sul marketing. Prendete nota!

 

Definisci la tua nicchia 

 

Questo è il punto principale da seguire prima di avviare il vostro marchio di moda slow. Dovete analizzare molto bene il mercato per definire le carenze che esistono. In modo da poterle valutare e lavorare in base ad esse e far sì che la vostra attività si adatti alle esigenze.

 

Design

 

Blucactus - DesignIl vostro branding deve essere impeccabile. Un buon logo, un buon slogan. Come sarà il design grafico del vostro marchio per renderlo originale e unico come quello che intendete mostrare nel vostro marchio, così come gli interni?

 

Cercate di rendere lo spazio che avete a disposizione un luogo in cui si provoca l’essere e il rimanere. Che le persone siano interessate alla storia e all’elaborazione di ogni tavolo, sedia, parete.

 

Tenete presente che il consumatore non compra solo per la sostenibilità, ma anche per la qualità e il design. Pertanto, se state creando un marchio di slow fashion e non siete dei designer, chiedete a qualcuno di collaborare con voi in modo da realizzare pezzi accattivanti.

 

Investimenti

 

Blucactus - donna con pantaloni e camiciaSapete quanto denaro volete investire nella vostra attività? In genere non si capisce che si tratta di un’attività costosa all’inizio, quindi dovrete investire una buona somma di denaro. In questo modo vi preparerete ad avere un minimo di capi in magazzino e a servirli in tempo.

 

Inoltre, definite quali saranno le azioni di marketing e di comunicazione che adotterete per farvi conoscere. Cosa sceglierete? I social network? Pubblicità sui cartelloni?

 

Noi di BluCactus possiamo aiutarvi a definire l’identità del vostro marchio, oltre a garantire che abbiate un buon sito web che rispecchi chi siete e cosa volete mostrare.

 

Chi è il vostro team?

 

Blucactus - Team - slow fashionQuesto punto è collegato al precedente, per la capacità che abbiamo di formare e rafforzare un team con valori e professionisti che si occupano delle aree che devono essere coperte.

 

Dovete trattarlo in modo etico e dovete dimostrarlo.

 

Anche se decidete di assumere sarte o artigiani in outsourcing.

 

A lungo termine

 

Blucactus - donna in abito lungo rosaQuesto mondo non è una corsa a breve termine in cui recupererete il vostro investimento in due giorni. Ci vuole tempo.

 

Per questo motivo, dovete essere consapevoli che a volte vi sembrerà di perdere il vostro denaro. Tuttavia, il ritorno arriverà, lentamente ma inesorabilmente. Si tratta di una carriera a lungo termine e questo settore ha un grande avversario: il fast fashion.

 

Siate consapevoli che è difficile rompere con gli stigmi e che, anche se esiste, dovete adattarvi ad esso con l’atteggiamento migliore per facilitare le vendite. Potete ottenere questo risultato attraverso immagini attraenti e originali.

 

Cosa vuole raccontare?

 

Blucactus - Cosa vuole raccontare?Per me, in particolare, questo è un punto che non dovremmo mai trascurare. In fondo, si tratta della strategia che userete per arrivare dove volete. Dovete capire che se un consumatore vuole una camicetta, la prenderà online. La maggior parte di loro non presterà attenzione al fatto che sia inquinante o riciclabile.

 

Tuttavia, utilizzando lo storytelling dobbiamo essere chiari fin dall’inizio, che, insieme al vostro branding, vi aiuterà a fare carriera su chi siete e dove volete andare. Coglietelo! Inoltre, dobbiamo pianificare cosa c’è dietro, come si vuole contare a poco a poco. È essenziale organizzare i messaggi e i canali.

Raccontate la vostra storia

 

Blucactus - donna con un computer - slow fashionSe volete dei clienti, dovete cercarli. Non verranno magicamente da voi. Per questo bisogna essere sempre presenti nella memoria collettiva di quel potenziale cliente, per questo bisogna essere costanti e dimostrare la propria esistenza con perseveranza e disciplina.

 

Se non comunicate, non vi scopriranno e potrebbero addirittura etichettarvi come inaffidabili, imprevedibili o volubili.

 

Quindi, dovete evitarlo a tutti i costi, come? Comunicando. Con un buon piano di marketing e di business, in modo che insieme possiate raggiungere più persone.

 

Come creare un marchio di moda sostenibile?

 

C’è una lunga lista di successi ed errori quando si tratta di creare un’attività sostenibile da zero. Ma non scoraggiatevi! Questo è il mio primo consiglio: Potete migliorare ogni giorno. Per farlo, vi consiglio di seguire questi consigli che potrebbero esservi di grande aiuto.

 

Stabilite i valori del marchio di slow fashion

 

Blucactus - donna in abito grigioNon potete creare un marchio sostenibile se non lo siete.

 

Dovete iniziare il vostro percorso verso la sostenibilità. Ad esempio, iniziate a fare cose per il bene del pianeta, come l’alimentazione, o smettete di comprare vestiti nei negozi di fast fashion.

 

Cambiate alcune abitudini, passate alla coppetta mestruale, non gettate i rifiuti, sono tante le cose che potete fare per fare la differenza.

 

Qual è la vostra tracciabilità? ; slow fashion

 

Blucactus - donna che apre una scatolaCome ho detto prima, va oltre il filo e l’ago. È la storia che c’è dietro e la garanzia che le persone che creano questi capi abbiano le nostre stesse condizioni. Dovreste sapere da dove proviene ogni capo e se ha una certificazione biologica.

 

Il prodotto vale più della confezione

 

Anche la confezione deve essere sostenibile, insieme al suo contenuto. Quali materiali si possono utilizzare? Cartone riciclato? Panno? Che tipo di tessuto?

 

Qual è la vostra storia? ; slow fashion

 

Blucactus - storiaIn questo, faccio molti riferimenti perché dovete sapere che ora tutto riguarda la vendita, ma anche la storia che c’è dietro.

 

Rendetela visibile e lasciate che i consumatori vogliano aggiungere qualcosa a questa storia. Inoltre, date valore all’onestà e alla trasparenza della vostra azienda.

 

Non si tratta solo di dire che è un bene per il pianeta, no. Si tratta di assicurarsi che ciò che si vuole comunicare sia reale, quali sono i veri ingredienti che si utilizzano, da dove si ottengono, chi li ha creati e quali sono le materie prime utilizzate.

 

Come diventare un marchio slow fashion

 

Blucactus - Ken Schreck e Linn LarssonNoi di BluCactus possiamo aiutarvi ovunque nel mondo. Siamo specializzati nella creazione di web design e nel posizionamento SEO nelle ricerche. Grazie alla nostra esperienza, possiamo aiutare il vostro marchio a creare i contenuti perfetti per il vostro marchio slow fashion.

 

Siamo anche specializzati nel comprendere la creazione del branding della vostra attività.

 

Per questo, vi aiutiamo a sviluppare le vostre idee attraverso articoli per il vostro sito web in cui ne parliamo e vi aiutiamo a farvi conoscere. Potete contattarci attraverso il nostro sito web! Siete interessati a ricevere il miglior aiuto dai migliori specialisti? Scriveteci! Siamo qui per assistervi.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.